3/0

Le strade e il loro continuo fragore
il chiasso
le strida argentine dei bimbi.
Le reti all news.
Niente sembra sapere cosa sia
la quiete.
Nell’immensità degli spazi siderali,
nel bianco e nel nero
della luce e del buio,
ho disconosciuto le piccolezze
delle nostre grandiose, epiche
insensate
esistenze.
Negli occhi languidi di un cane al guinzaglio
ho riacciuffato la libertà
per i capelli.
E in te che mi ami,
la felicità.

Lascia un commento

Archiviato in Letture/Pensieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...