Cena

Non te l’ho detto,

ma con quella luce soffusa sei come seta.

La nostra cena al lume di candela.

Di candela.

Assaporo il cibo.

Assaporo la tua vicinanza.

Parliamo,

ma i gesti e le parole non celano le emozioni.

Nei tuoi occhi il mio riflesso,

un fanciullo impaurito

che avverte nel petto

il battito del suo piccolo cuore,

puro e intenso come un primo vagito.

Posi il bicchiere.

Ti bacio.

E il mondo

discretamente

scompare.

Lascia un commento

Archiviato in Letture/Pensieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...