IOscrittore. Vittoria n.2

Uno scorcio di Mantova, città sempre ricca di magnifiche sorprese

Sabato 8 settembre mi sono alzato alle sei e un quarto. Non è che avevo dormito molto bene. Ho fatto colazione. Non è che avevo tanta fame. Ho dato un bacio a mia moglie e sono andato in stazione a Pordenone. Ho preso il treno e sono arrivato a Mestre. Ho cambiato e sono arrivato a Verona. Ho cambiato ancora e sono arrivato a Mantova. Erano le tredici e trenta. Ho fatto un giro per le varie piazze dove si stava tenendo il Festivaletteratura. Alcuni teleschermi in piazza delle Erbe trasmettevano l’incontro del giorno prima con Claudio Magris. Grande come sempre. Mi sono fermato ad ascoltarlo e ho mangiato i miei due panini al latte con prosciutto cotto. Ho bevuto mezzo litro d’acqua perché faceva caldo. Finiti i panini avevo voglia di un caffé. Magris mi perdonerà se non l’ho seguito fino alla fine. Il bagno del bar aveva lo scarico del condizionatore che sparava aria calda sdiretta sul water. Sembrava di essere in mezzo al Sahara. Ho pisciato e contemporaneamente ho fatto la sauna. Ho bevuto il caffé e sono andato a passeggiare un po’ lungo la sponda del lago inferiore. C’erano dei pescatori che prendevano un sacco di pesci. Per la verità, uno non ha preso un cazzo. Mi sono seduto su una panchina e ho letto un po’ I fratelli Karamazov. Semplicemente mitico. Alle tre mi sono alzato dalla panchina e mi sono avviato verso via Verdi. Prima di andarmene dal lago, ho staccato una ghianda verde dal ramo di un albero. Questo particolare è importante. Sono passato per la piazza sul retro del Duomo dove Marino Sinibaldi aveva appena iniziato la puntata speciale di Fahrenheit su RadioRai Tre. C’era un casino di gente. Sono entrato in Duomo. Un intrico di impalcature impediva di ammirare la magnificenza dell’interno. Mi sono seduto. Ho respirato un po’ in silenzio. Continuavo ad essere nervoso. Alle tre e mezza sono uscito e sono andato in via Verdi. Prima di entrare nella libreria IBS.it ho gettato a terra la ghianda e l’ho schiacciata sotto il tacco della scarpa con rito scaramantico. Quindi sono entrato. Ho preso posto tra gli spettatori dell’incontro delle sedici. Il tema era la proclamazione dei vincitori del Torneo Letterario Ioscrittore, edizione 2012. Alle quattro la sala era strapiena. Ho incominciato a sudare. C’era molto nervisismo. Al tavolo dei conferenzieri si sono seduti Stefano Mauri, Luigi Spagnol, Oliviero Ponte di Pino, Massimo Gramellini, Marco Malvaldi e Giuseppe Pederiali. Oliviero Ponte di Pino dall’alto del suo seppur divertente sadismo ha prolungato la cerimonia per un’ora e mezza. Intanto ho continuato a sudare come un cinghiale. Finalmente hanno annunciato, ad uno ad uno e in ordine sparso, i titoli dei vincitori del torneo.

Mi hanno chiamato per ultimo. Credevo di morire. Ma mi hanno nominato.

Ho vinto per la seconda volta. La prima è stata con Apollofane e il reduce di guerra. Stavolta con L’innocenza del licantropo, il seguito del precedente.

Sono felice.

8 commenti

Archiviato in Letture/Pensieri

8 risposte a “IOscrittore. Vittoria n.2

  1. Andrea, sono una sfortunata concorrente di Ioscrittore… Ho scoperto curiosando sul tuo blog che sei tu l’autore dell’Innocenza del licantropo: ti ricordo ai tempi di Apollofane, e del tuo appassionato impegno per promuoverlo anche sul blog del torneo. Là, quando scrivo qualche post, mi firmo Mister Fantasy. Volevo farti i miei complimenti e augurarti buona fortuna per il tuo romanzo! Se hai voglia, vieni a visitare il mio blog…

    • Carissima Marisa, ti ringrazio per i complimenti. Sono davvero felice che tu mi abbia scritto. Guarda, il tuo blog lo vengo a visitare subito. Anche il mio secondo romanzo ha come protagonista il buon vecchio Apollofane. Sono davvero felice per il risultato che ho conseguito al torneo. Sei una concorrente sfortunata? Mi dispiace, questo vuol dire che non sei tra i trenta, ma, se posso darti un consiglio, insisiti. Mai mollare. Mi raccomando! Quello che hai fatto scrivendomi è bellissimo. Quando ho provato a promuovere il mio e-book nel blog avevo cercato di creare un dialogo tra i partecipanti, vincitori o trombati che fossero, per creare un tessuto di promozione dei nostri scritti. Non mi ha seguito nessuno. Se si riuscisse a creare una rete tra di noi, gli e-book circolerebero e questa cosa che si chiama Ioscrittore, che per me è stata una scuola vera e propria di scrittura, crescerebbe anche al di fuori del torneo. Purtroppo ho notato che nel blog c’è chi ha voglia di seminare zizzania per ripicca e questo non fa bene al torneo né a noi partecipanti. Chi non ha voglia di crescere, resti nano, ma non rompa le palle agli altri! Creiamo questo giro tra scrittori e aspiranti scrittori intrecciando i nostri blog e cresceremo tutti quanti (Se poi arrivassimo a organizzarci delle presentazioni, sarebbe oro, ma per il momento basta incominciare a creare una rete. Poi si vedrà). Ciao e grazie di cuore!

  2. Ti faccio anch’io i complimenti. Solo ora ho letto il tuo blog anche se ti ho riconosciuto nel video della premiazione. Credo che la costanza sia basilare tuttavia senza una serietà d’intenti non si arriva a nulla. Purtroppo, per quanto riguarda la tua idea di una collaborazione tra EBookisti (non so se si dica così) io sono troppo presa da altre cose della vita per impegnarmi anche su questo fronte. Buona fortuna: da fonti presenti, ho capito che c’è già un prossimo cartaceo. Un saluto anche a Mr Fantasy dato che sul blog non ci vado più. Niki

    • Cara Niki, tu sei ormai un “classico” di Ioscrittore. Mi fa piacere leggerti.L’idea di collaborazione tra e-bookisti (o e-bookari, boh?) è possibile anche virtualmente, se gli incontri si svolgono online. Serve a far crescere una comunità. Io ho cercato di crescere con questo torneo. Non so se ci sono riuscito. Ma ho avuto le mie soddisfazioni. E non mi accontento ancora. A presto. Ciao

  3. Giovanni diMarco

    Ciao Andrea, complimenti per il blog e le tue “vittorie”. Una curiosità: ma anche per la pubblicazione dell’ebook hai dovuto sottoporre la tua opera al lavoro di editing dei professionisti della Gems? E se è sì, quanto è cambiato il tuo romanzo (dopo) rispetto all’originale? Grazie, buona fortuna…

    • Caro Giovanni, ti ringrazio moltissimo.
      Guarda, il primo e-book è stato pubblicato tale e quale è stato presentato al torneo.
      Quanto al secondo, tra una settimana ci sarà una bella sorpresa! Passa parola, se puoi. Uscita in libreria prevista per il 5 giugno.
      Spero che sarai un mio lettore.
      In bocca al lupo anche a te. Tieni duro, che se si tiene duro, alla fine si vince!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...